Il Sud

Inghilterra del sud                   

Esempio di viaggio:

1° Giorno:  Ritiro dei ragazzi presso l’aeroporto di Gatwick, e breve trasferimento in hotel a Crawley. Briefing di presentazione con insegnante ed accompagnatore, e uscita per la cena. Il centro di questa vivace cittadina è ricco di negozi, supermercati e ristoranti, utili in caso di necessità per fare shopping o anche una semplice passeggiata.

 2° Giorno: Visita al museo Weald and Downland di Chichester.In questo museo all’aperto sono esposte case di epoche diverse, prelevate da diverse località, restaurate e riassemblate in questo affascinante angolo di campagna inglese, qui il visitatore può meglio capire le differenze di stile e l’evoluzione che nel tempo, hanno cambiato il modo di vivere della gente comune. In alcune delle case, animatori in costume, ci racconteranno particolari interessanti e ci mostreranno come si cucinavano pane, biscotti, tisane o birra seguendo le ricette tradizionali, si potrà assistere al fabbro che mostra le sue abilità, vedere un mulino con la macina per la farina in funzione, ed entrare nello spirito di un’ epoca ormai passata.

3° Giorno: Petworth House è stata la residenza del Duca di Somerset costruita nel 1688 nel West Sussex.Ora casa-museo oltre a famosi dipinti ci mostra anche la storia della servitù che vi lavorava. A quei tempi non era raro che venissero organizzate feste di 3 o 4 giorni, ed era normale che ogni invitato portasse al seguito i propri maggiordomo, cocchiere e dame di compagnìa. Facile capire quindi la complessità di organizzare alloggio e servizi per così tanti invitati. Nelle cucine ancora funzionanti, personale coi vestiti dell’epoca ci farà rivivere quelle atmosfere offrendoci dolci e bevande preparati ancora seguendo le ricette di allora.

4° Giorno: La fama di Brighton come cittadina tumultuosa e alternativa risale ormai al XVIII secolo, quando colui che poi divenne Re Giorgio IV cominciò a frequentarla e la lanciò come località balneare. Il Royal Pavilion da lui stesso commissionato come esempio di arte cinese (riprende in realtà uno stile tipico indiano) è giudicato dagli esperti uno dei palazzi più straordinari d’Europa. L’interno restaurato con cura mostra la reale bellezza e lo sfarzo della monarchia di quel tempo. Poi una imperdibile passeggiata lungo gli stretti vicoli tra le case in stile Regency che si affacciano sul lungomare fino al Pier (il lungo pontile con le giostre), per godere dei questa stravagante cittadina.

5° Giorno: Lasciamo la contea del Sussex e ci addentriamo nelle campagne del Kent, contea a sud-est di Londra nota come il “giardino d’Inghilterra” per raggiungere Battle. Situato nei pressi della città che, da allora porta il suo nome, è il luogo nel quale si è svolta l’epica battaglia tra le forze di Guglielmo Duca di Normandia anche detto il Conquistatore e re Aroldo II. Vedremo l’abbazia fatta costruire dal vincitore sul luogo dove Aroldo II venne sconfitto. Colpito da una freccia ad un occhio rimase ucciso e con lui, altri 6 mila soldati, in uno scontro che le cronache del tempo ricordano come il più cruento della storia inglese. Altra icona imperdibile di questi panorami dei South Downs sono senza dubbio le bianche scogliere e quale posto migliore per ammirarle se non presso le Seven Sisters. Sette scogliere di gesso a picco sul mare della Manica, protagoniste di tanti film col loro caratteristico colore bianco che nelle giornate di sole diventa abbagliante.

6° Giorno: Port Lympne Reserve, imperdibile per gli amanti degli animali è un’esperienza indimenticabile per chiunque lo visiti. Costruito sulle terre acquistate ad un nobile della zona, offre asilo ad oltre 650 animali tra i quali alcuni molto rari. Questa fondazione specializzata nel salvataggio e tutela di animali in difficoltà, ha da sempre concentrato i propri sforzi sulla salvaguardia dei gorilla, fino a diventare uno dei centri di salvataggio e ripopolamento più importanti a livello mondiale. Nel loro gorillario (il più grande mai costruito) ne ospitano una intera famiglia, composta da maschio, numerose femmine e altrettanti figli di diverse età che potremo ammirare durante le loro pazze e divertenti scorribande durante i giochi ed i più tranquilli momenti di vita. Inoltre a bordo di camion faremo un safari che ci porterà a scoprire anche la parte di fauna prettamente africana che vive in questo parco, fino a godere dell’ultimo arrivato, uno splendido cucciolo di rinoceronte. Preparatevi, le foto ricordo a questa piccola star saranno inevitabili.

7° Giorno: Giornata dedicata al Castello di Dover, importante roccaforte che sorveglia il Canale della Manica. Questa maestosa costruzione che sovrasta il porto e l’omonima città, ha origini molto antiche, come testimonia la torre di segnalazione a fuochi, ancora presente vicino alla chiesa del castello, che è da attribuire all’invasione dell’isola da parte delle Legioni Romane durante la conquista della Britannia. Da allora i molti regnanti che il castello ha ospitato, ne hanno capito l’importanza strategica, contribuendo a rafforzare le sue difese, alzando altre cinte murarie, proteggendo meglio le porte d’accesso, dotandolo di tunnel segreti, caserme sotterranee, magazzini per i viveri e armi, fino a farlo diventare il castello più grande d’Inghilterra. Anche durante la Seconda Guerra Mondiale il suo potenziale non è venuto meno, i suoi tunnel sono stati usati come ripari contro i raids aerei, ospedale coperto e centro operativo per organizzare importanti missioni, come la famosa evacuazione di Dunkerque del 1940 nome in codice “Operazione Dynamo” ripresa anche in un recente film.

 8° Giorno: Walmer Castle famosa roccaforte a difesa della costa è divenuta col tempo l’elegante residenza della nobiltà più famosa d’Inghilterra a cominciare dalla Regina Madre fino a Churchill e Lord Wellinghton dei quali conserva ancora preziosi oggetti personali, come per esempio la “maschera di morte” che avremo modo di osservare durante la nostra approfondita visita. Altra importante visita di oggi sarà Canterbury. Sede della chiesa anglicana e Patrimonio dell’UNESCO questa piacevole città è nota per la sua imponente cattedrale mèta dell’antico pellegrinaggio da cui sono tratti i Canterbury Tales di Chaucer. L’antico centro cittadino è piacevole da visitare, mantiene ancora l’aspetto medievale con le strette stradine e il canale sul quale si affacciano affascinanti edifici di diverse epoche storiche.

 9° Giorno: La storia della marineria inglese è antica quanto l’isola stessa e l’esperienza e il coraggio dei suoi marinai le hanno permesso negli anni di sconfiggere ogni nemico in mare e di usare quello stesso mare come via per conquistare un terzo del pianeta durante il periodo del loro massimo impero. Uno dei tanti cantieri navali della costa, il Chatham Dockyard chiuso nel 1984 è stato convertito in museo e presenta un’esposizione di navi da guera di diverse epoche storiche, un sommergibile spia, e una completa raccolta di barche da soccorso del corpo RNLI, il soccorso marittimo più famoso del mondo creato nel 1824 da uomini di mare che, sprezzanti del pericolo, si spingevano a bordo di piccole imbarcazioni in soccorso delle navi in difficolta’.

10° Giorno: All’età di 22 anni al giovane Charles Darwin venne offerto di salpare per una spedizione intorno al mondo senza data di ritorno e senza alcuna retribuzione ma con l’unica certezza che il Comandante gli avrebbe concesso durante il viaggio tutto il tempo necessario per le sue ricerche naturalistiche. Quella nave era la Beagle che lasciò l’Inghilterra nel 1831 e rientrò dal viaggio nel 1836. Andremo a visitare la casa nella quale ha vissuto e dove, in base alle scoperte fatte durante quel viaggio, ai suoi studi e le sue riflessioni, ha maturato la convinzione sulla Teoria dell’Evoluzione. Il pomeriggio sarà dedicato allo shopping e alla “retail therapy” in uno dei più grandi centri commerciali d’Europa, il Bluewater Shopping Centre che con i suoi 330 negozi, 40 ristoranti e cinema, ci permetterà un pomeriggio all’insegna del relax e dello svago.

11° Giorno: Winston Churchill, primo ministro inglese divenuto famoso come tenace avversario di Hitler durante la Seconda Guerra Mondiale è stata una della figure più importanti del XX° secolo. Uomo dai molteplici interessi, pittore, storico, scrittore (ricevette anche un premio Nobel per la letteratura), ha lasciato nella sua casa (Chartwell) numerose testimonianze delle capacità che lo hanno reso grande, malgrado le numerose critiche che lo accompagnarono negli anni. Altra visita della giornata, Knole House voluta nel XV secolo dall’allora arcivescovo di Canterbury Thomas Bourchier è uno spettacolare palazzo dalle rare caratteristiche. Trattasi di una “calendar house” o casa calendario in quanto è costituita da 365 stanze (come i giorni dell’anno), 52 corridoi (le settimane dell’anno) e 7 cortili (come i giorni della settimana).

12° Giorno: Trasferimento dei ragazzi in aeroporto.