Storia e letteratura

Storia e letteratura   

Esempio di viaggio:

 1° Giorno, Londra : Ritiro dei partecipanti presso l’aeroporto di Gatwick, trasferimento in treno fino a Croydon e sistemazione nelle immediate vicinanze del centro e della stazione per agevolarci negli spostamenti. Piccolo briefing di presentazione e uscita per la cena in un tipico pub inglese. Croydon, vivace quartiere a soli 15 minuti di treno dal centro di Londra, ha una zona pedonale ricca di negozi dei marchi più conosciuti per: vestiti, articoli sportivi, musica, elettronica, supermercati e ristoranti, dove poter trascorrere del tempo piacevolmente, passeggiare e anche fare shopping.

2° Giorno, Londra : Quale partenza migliore per un tour letterario se non la mostra di The Globe il teatro che ha ospitato le rappresentazioni di tanti grandi attori tra i quali Shakespeare. Questa costruzione è una copia, in quanto l’originale che era stato costruito direttamente dalla sua compagnia teatrale nel 1600, è andato distrutto durante un incendio. Avremo modo di scoprire come si faceva teatro in quegli anni, di vedere come si truccavano, quali tecniche usavano per simulare i combattimenti e rimarremo affascinati davanti agli effetti speciali del XVII° secolo. Tra gli oggetti in mostra, anche documenti firmati dallo stesso Shakespeare sul quale vi racconteremo misteri riguardanti la sua vera identità e la sua vita privata. In seguito una piacevole passeggiata lungo il Tamigi ci darà modo di immergerci anche nei panorami più turistici della città, fino ad arrivare a The Golden Hinde. Questa splendida ricostruzione della nave con la quale Sir Francis Drake fece il giro del mondo nel 1577 è uno strumento perfetto per capire le condizioni di vita di quel secolo e riuscire a dare una connotazione più reale a quella che è stata definita l’epoca Elisabettiana o periodo Tudor.

3° Giorno, Londra : La main visit di oggi il Museum Mile situato nella zona compresa tra il Tamigi e Covent Garden, un vero concentrato di cultura nel quale si trovano alcuni dei più importanti palazzi, musei e antiche residenze di personaggi famosi che hanno fatto grande la storia di questo paese, come: Charles Dickens, scrittore e romanziere di epoca Vittoriana. Visiteremo la casa dove ha scritto Oliver Twist e dove sono ancora conservati gli arredamenti dell’epoca oltre a migliaia di oggetti e manoscritti a lui appartenuti. Testimonianze della difficile adolescenza e delle vicissitudini della sua vita, sono ancora presenti nei suoi appunti provenienti dai tanti viaggi in America, Italia e Francia. Altro imperdibile appuntamento sarà la visita alla British Library, dove sono custoditi alcuni tra i più rari e preziosi documenti al mondo, e patrimoni dell’UNESCO, tra cui: la prima copia del “Nuovo Testamento” e la “Bibbia di Gutenberg” datata 1453, e anche una copia della Magna Carta il primo documento sui diritti umani datato 1215, che bloccava in parte l’illimitato potere del re, garantendo anche ai cittadini una prima forma di giustizia.

4° Giorno, Londra : Situata ad Hampstead, la più ricca e costosa zona a nord di Londra, Keats House è stata la dimora del  poeta romantico John Keats, uno dei più importanti della letteratura inglese, nonché autore di poesie come la sua “Ode ad un usignolo” che il poeta scrisse nel giardino di questa abitazione ora divenuta museo, e che farà parte delle nostre visite di questa giornata, come anche Kenwood House, maestosa villa del XVII° secolo poi ampliata nel secolo seguente grazie al gusto delle famiglie nobili che l’hanno abitata e che ospita inoltre una collezione di dipinti di artisti quali: Vermeer e Rembrandt. Anche Dick Turpin è diventato un nome famoso in queste zone, le sue imprese come bandito e ladro di cavalli lo hanno portato a diventare una figura quasi eroica. Ballate popolari si sono scritte su di lui e le sue azioni hanno dato vita a diversi film. Lungo il nostro itinerario potremo fermarci per il pranzo nella taverna nella quale anche lui si rifugiava dopo i suoi “colpi”.

5° Giorno, viaggio : All’età di 22 anni al giovane Charles Darwin venne offerto di salpare per una spedizione intorno al mondo senza data di ritorno e senza alcuna retribuzione ma con l’unica certezza che il Comandante gli avrebbe concesso durante il viaggio tutto il tempo necessario per le sue ricerche naturalistiche. A bordo della Beagle lasciò l’Inghilterra nel 1831 e rientrò dal viaggio nel 1836. Andremo a visitare la casa nella quale ha vissuto e dove, in base alle scoperte fatte durante quel viaggio, ai suoi studi e le sue riflessioni, ha maturato la convinzione sulla Teoria dell’Evoluzione. Il pomeriggio sarà dedicato allo shopping e alla “retail therapy” in uno dei più grandi centri commerciali d’Europa, il Bluewater Shopping Centre che con i suoi 330 negozi, 40 ristoranti e cinema, ci permetterà un pomeriggio all’insegna del relax e dello svago.

6° Giorno, viaggio : Fondata da Giulio Cesare nel 55 d.C. divenne sede della prima diocesi latina con Sant’Agostino, punto di partenza della Via Francigena, percorsa da Sigerico (Arcivescovo di Canterbury) nel 990, che da qui attraversando la Francia arrivò a Roma dal Papa dopo 79 giorni di cammino e 1600 km. Oggi Patrimonio dell’UNESCO Canterbury è nota per la sua imponente cattedrale sede della chiesa anglicana e mèta dell’antico pellegrinaggio da cui sono tratti i Canterbury Tales di Chaucer. L’antico centro cittadino è piacevole da visitare, mantiene ancora l’aspetto medievale con le strette stradine e il canale sul quale si affacciano vecchi edifici di diverse epoche storiche. Molte le cose da vedere come il King’s Mile, la Westgate, la Beaney House.

7° Giorno, viaggio : Giornata dedicata al Castello di Dover, importante roccaforte che sorveglia il Canale della Manica. Questa maestosa costruzione che sovrasta il porto e l’omonima città, ha origini molto antiche, come testimonia la torre di segnalazione a fuochi, ancora presente vicino alla chiesa del castello, che è da attribuire all’invasione dell’isola da parte delle Legioni Romane durante la conquista della Britannia. Da allora i molti regnanti che il castello ha ospitato, ne hanno capito l’importanza strategica, contribuendo a rafforzare le sue difese, alzando altre cinte murarie, proteggendo meglio le porte d’accesso, dotandolo di tunnel segreti, caserme sotterranee, magazzini per i viveri e armi, fino a farlo diventare il castello più grande d’Inghilterra. Anche durante la Seconda Guerra Mondiale il suo potenziale non è venuto meno, i suoi tunnel sono stati usati come ripari contro i raids aerei, ospedale coperto e centro operativo per organizzare importanti missioni, come la famosa evacuazione di Dunkerque del 1940 nome in codice “Operazione Dynamo” ripresa anche in un recente film.

8° Giorno, viaggio : Lasciamo Dover e le ventose coste della Manica e ci addentriamo nelle campagne del Kent, contea a sud-est di Londra nota come il “giardino d’Inghilterra” per raggiungere Battle. Situato nei pressi della città che, da allora porta il suo nome, è il luogo nel quale si è svolta l’epica battaglia tra le forze di Guglielmo Duca di Normandia anche detto il Conquistatore e re Aroldo II. Vedremo l’abbazia fatta costruire dal vincitore sul luogo dove Aroldo II venne sconfitto. Colpito da una freccia ad un occhio rimase ucciso e con lui persero la vita altri 6 mila soldati, in uno scontro che le cronache del tempo ricordano come il più cruento della storia inglese. Altra icona imperdibile di questi panorami dei South Downs sono senza dubbio le bianche scogliere, che potremo ammirare presso le Seven Sisters, sette scogliere di gesso a picco sul mare della Manica, protagoniste di tanti film dal loro caratteristico bianco che nelle giornate di sole diventa abbagliante.

9° Giorno, viaggio : Visita al museo Weald and Downland di Chichester. In questo museo all’aperto sono esposte case di epoche diverse, prelevate da diverse località, restaurate e riassemblate in questo affascinante angolo di campagna inglese, qui il visitatore può meglio capire le differenze di stile e l’evoluzione che negli anni hanno cambiato il modo di vivere della gente comune. Inoltre in alcune case, troveremo animatori in costume che ci racconteranno particolari interessanti e ci mostreranno come si cucinavano pane, biscotti, tisane o birra seguendo le ricette originali, si potrà assistere al fabbro che mostra le sue abilità, vedere un mulino con la macina per la farina in funzione, ed entrare nello spirito di un’ epoca ormai passata.

 10° Giorno, viaggio : Jane Austen è senza dubbio una delle autrici nel panorama letterario più famose della Gran Bretagna. Nella verde campagna poco fuori dalla graziosa cittadina di Chawton troveremo la casa nella quale ha vissuto gli ultimi anni di vita, durante i quali ha prodotto le sue opere più importanti. Ancora perfettamente arredata e ricca di oggetti dell’epoca, permette al visitatore che percorre le sue stanze di fare un salto a ritroso nel tempo e prendere contatto con il periodo storico, che lei descriveva così bene nei suoi romanzi.

11° Giorno, viaggio : La fama di Brighton come cittadina tumultuosa e alternativa risale ormai al XVIII secolo, quando colui che poi divenne Re Giorgio IV cominciò a frequentarla e la lanciò come località balneare per la ricca borghesia londinese. Giudicato dagli esperti uno dei palazzi più straordinari d’Europa, il Royal Pavilion, è stato commissionato dallo stesso Giorgio IV come esempio di arte cinese, ma riprende in realtà uno stile tipico indiano, visitandolo potremo notare al suo interno, tutta la bellezza e lo sfarzo della classe reale di quel tempo. A seguire, una imperdibile passeggiata lungo gli stretti vicoli tra le case in stile Regency che si affacciano sul lungomare fino a raggiungere il Pier (il lungo pontile con le giostre), per godere dei questa stravagante cittadina e di un bel tramonto sul Canale della Manica.

12° Giorno: Trasferimento in aeroporto per il volo di rientro.